Attenti al TTIP : “Partenariato Trans-atlantico per il Commercio e gli Investimenti”

Come è noto, dal 10 marzo scorso è in corso a Bruxelles il terzo step finale delle trattative UE-USA per giungere ad un “Partenariato Trans-atlantico per il Commercio e gli Investimenti” (TTIP) finalizzato alla rimozione delle barriere commerciali (leggi, norme e regolamentii) che nei vari settori vengono considerati ostacolo all'acquisto e alla vendita di beni e servizi tra le due sponde dell'Atlantico.

Il Circolo cultururale "AmbienteScienze" di Cremona, è preoccupato dai rischi che potrebbero verosimilmente nascondersi in questa trattativa per la salute e per l'ambiente, ad esempio per gli interventi nei settori alimentare ed energetico, ovvero sulla possibile liberalizzazione delle coltivazioni Ogm, sull'anonimato delle fonti dell'alimentazione animale, sull'approvvigionamento di idrocarburi tramite il fracking.
 

Per queste ragioni il TTIP è da ritenere di grande rilevanza per le ricadute potenzialmente molto negative sulla qualità di vita.
Questo Circolo, anche a nome di altre associazioni, ha ritenuto un dovere quindi lanciare una petizione aggiuntiva a quelle che invocano lo STOP all'accordo. Convinto com'è dello scarso ascolto che queste riscuoteranno presso i mondi alti dell'economia, della finanza e delle buorcrazie comunitarie per i grandi interessi in gioco, il Circolo con la sua iniziativa vuole evitare di lasciare al solo voto del Parlamento europeo, quindi ai rapporti non sempre limpidi tra politica, finanza ed economia, la ratifica di questo TTIP, ma di consentire ai cittadini europei la sua approvazione definitiva con un referendum confermativo.

A scopo promozionale ha quindi artigianalmente prodotto un video di pochi minuti che si permette di segnalarvi:
http://youtu.be/Q6wYEu1BqQM

Nella viva speranza di trovare la vostra condivisione e collaborazione perché la petizione raggiunga numeri importanti di firme (in giornata anche nelle versioni in inglese e francese), porge i suoi distinti saluti

Benito Fiori (vice presidente del Circolo culrurale "AmbienteScienze")