ambiente

Veleni chimici: la specie umana sempre più a rischio

di Equivita

Nel 2004, con la “Dichiarazione internazionale sui Pericoli dell’inquinamento chimico”, presentata all’UNESCO, Luc Montagnier esordiva dichiarando “La specie umana è a rischio”. Oggi lo è assai di più.

Panama, vittoria di indios ed ambientalisti: abrogata la legge sulle miniere a cielo aperto

    Il presidente di Panama ha promesso che annullerà la legge numero 8 che modificava in peggio una serie di norme riguardanti l'industria mineraria.
Secondo il giornale online "Hora Cero" il presidente Ricardo Martinelli, ha annunciato che il governo abrogherà «Una legge mineraria che migliaia di indigeni hanno repinto durante le ultime settimane con proteste in strada e blocchi stradali nelle province di Chiriquí e Veraguas».

Scoppia la bomba dei 4 referendum

“dal basso, paese per paese, quartiere per quartiere “

   di Massimo Marino
 

 A seguito della sentenza della Corte Costituzionale che li ha ammessi, entro il 15 giugno, se non si avranno elezioni politiche anticipate, si svolgeranno quattro referendum nel nostro paese,   subito dopo la tornata elettorale che coinvolgerà in maggio più di 130 importanti comuni italiani (Milano, Torino, Napoli, Bologna, Trieste, Ravenna,Cagliari, fra gli altri) ed alcune province ( fra le quali Treviso, Pavia, Mantova , Macerata, Vercelli ).

Due referendum riguardano la ripubblicizzazione dell’acqua e sono promossi dal Forum italiano dei Movimenti per l’acqua  ( http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/ ); gli altri due ( contro il Nucleare e contro il “legittimo impedimento” ) promossi dall’Italia dei Valori ( www.italiadeivalori.it  ).

Ecologisti bulgari in azione per salvare le foreste montane

    Le associazioni ambientaliste bulgare sono insorte contro una nuova normativa che minaccia le foreste del paese. Con un raduno tenutosi a fine novembre  nel centro di Sofia, hanno presentato una serie di emendamenti alla nuova normativa per evitare la privatizzazione delle foreste demaniali almeno nelle regioni montuose come Vitosha, Rila e Pirin.

Le campane delle chiese inglesi suoneranno per la biodiversità

Episcopal Life online ed Ecumenical News International annunciano che il sostegno ai talks on biodiversity dell'Onu sarà annunciato in Gran Bretagna dal più grande scampanio dopo quello delle celebrazioni per l'inizio del terzo millennio. Jill Hopkinson, national rural officer della Chiesa d'Inghilterra spiega che «Suonare le campane della chiesa è un ottimo modo per far si che una più ampia comunità se ne ricordi e per celebrare la bellezza della creazione».

FEDERALISMO DEMANIALE?

di Sauro Turroni, parlamentare Verde.

Alcuni, pochi, troppo pochi , hanno commentato negativamente e si sono battuti contro il devastante provvedimento voluto dalla Lega sul demanio e patrimonio dell’Italia , provvedimento che ha svelato che il progetto secessionista non è mai stato abbandonato, che la maggioranza è in mano alla Lega, che l’opposizione non esiste e in taluni casi, vedi DiPietro, è complice e connivente, che i mezzi di informazione hanno voluto soffermarsi sulle apparenze e non entrare nel cuore del provvedimento.

GIAPPONE VUOLE ARRESTARE LEADER AMBIENTALISTA

Secondo la tv pubblica giapponese Nhk, la guardia costiera del Paese sta per trasmettere all'Interpol la richiesta di un mandato di cattura internazionale per Paul Watson, presidente e fondatore dell'associazione ambientalista Sea Shepherd Conservation Society, che si batte per la difesa delle balene. Watson e' accusato di aver ostacolato l'attivita' nell'Artico delle baleniere nipponiche.

LA LEGGE BRESSO MINACCIA I BOSCHI

.La Regione Piemonte ha approvato in modo bipartisan una legge che prevede di raggiungere una produzione del 20% dell'energia necessaria da fonti rinnovabili. Ci sarebbe da stupirsi di tanto buon senso. Ed infatti non è finita qui, la legge prevede lo sfruttamento di milioni di metri cubi di legna proveniente dalla distruzione del manto boschivo, sia pubblico che privato.

 

GLI AMBIENTALISTI DELLA DOMENICA

di Marco Cedolin

Ha un senso chiudere le città alla circolazione automobilistica la domenica, quando il traffico è già di per sé scarso, con l’ambizione di ripulire l’aria e le coscienze per qualche ora, in attesa che arrivi il lunedì con il classico corollario di tangenziali intasate, ingorghi e volumi di traffico schizofrenici?

CONSORSO CEE PER I GIOVANI E L'AMBIENTE

La Direzione Generale dell’Educazione e della Cultura della Commissione Europea invita chiama i giovani a raccolta per la salvaguardia dell’ambiente e la riduzione delle emissioni. Il progetto COOL si rivolge ai giovani e a tutti coloro che usano il web ed i video come mezzi di comunicazione preferiti