acqua

REFERENDUM ACQUA : GIA' 680.000 FIRME !

680mila firme, e i banchetti continuano in tutta Italia anche questo fine settimana. Il 2 giugno, Festa della Repubblica in tantissime piazze d'Italia sarà possibile firmare per i 3 referendum, per festeggiare la Repubblica e i diritti. L'obiettivo adesso è il milione di firme. Qui la mappa di tutti i banchetti. Da qui a luglio lanceremo eventi, feste, spettacoli per coinvolgere sempre più italiani in questa civile lotta di democrazia per togliere le mani degli speculatori dall'acqua riconsegnandola ai cittadini e ai Comuni.

ACQUA: 516.000 FIRME IN 25 GIORNI

516.615 firme raccolte in 25 giorni in tutta Italia. Un risultato raggiunto in poco più di tre settimane grazie all'impegno e all'entusiasmo di migliaia di cittadine e cittadini dell'acqua pubblica. Qui trovate la mappa dei banchetti. L'obiettivo che il Comitato Promotore si era posto (700mila firme) è ormai in vista e può essere superato. Da qui a luglio lanceremo eventi, feste, spettacoli per coinvolgere sempre più italiani in questa civile lotta di democrazia per togliere le mani degli speculatori dall'acqua riconsegnandola ai cittadini e ai Comuni.

ACQUA E SOTTRAZIONE DEI BENI COMUNI

di Irene Campari

In un breve racconto(1), lo scrittore latino-americano Manuel Scorza ha narrato come un giorno i poverissimi abitanti di un villaggio peruviano, trovando una moneta per terra nella piazza la lasciassero lì per giorni, tornando a scrutarla e ad interrogarsi sul suo significato. Nessuno la raccolse e osò appropriarsene; il Sindaco ordinò comunque al popolo di non toccare la moneta. Dopo qualche giorno, passò di lì un ricco dottore, la adocchiò, la raccolse, se la mise in tasca e se ne andò.

 

REFERENDUM ACQUA: SUPERATE LE 420.000 FIRME

Il comitato organizzatore della raccolta firme per l'acqua bene comune ha comunicato di aver superato le 420.000 firme. Si trattta di un magnifico risultato per una rete autogestita di raccolta firme. Per vedere quante firme sono state raccolte regione per regione cliccare sul link sotto riportato:

http://www.acquabenecomune.org/raccoltafirme/materiali/ufficiostampa/Dati%20nazionali%20firme.pdf

ACQUA SUPERATE LE 250.000 FIRME !

Superate le 250mila firme, siamo già a metà strada Dopo 9 giorni di raccolta firme, iniziata il 24 aprile scorso, il Comitato Promotore per i 3 Referendum per l'acqua pubblica comunica di aver superato le 250mila raccolte per ciascuno dei tre quesiti proposti. Siamo a metà delle firme necessarie, a un terzo dell'obbiettivo che il Comitato si era dato per la fine della raccolta.

REFERENDUM ACQUA 100.000 FIRME IN 48 ORE

Una partenza straordinaria quella della raccolta firme per i referendum per l’acqua pubblica. Più che raddoppiato l’obiettivo che il Comitato promotore si era dato alla vigilia del lancio. Sono infatti oltre centomila le firme raccolte nel fine settimana della Liberazione in centinaia di piazze italiane.Una mobilitazione impressionante che ha visto lunghe file ai banchetti di tutte le città e dei paesi. Un folla consapevole e determinata, che in alcuni casi ha fatto anche diversi chilometri per trovare il banchetto più vicino a casa (l'elenco dei banchetti è qui).

L'ACQUA E' UN DIRITTO FONDAMENTALE

di Alex Zanotelli

E’ stato uno shock per me sentire che il Senato, il 4 novembre scorso, ha sancito la privatizzazione dell’acqua. Il voto in Senato è la conclusione di un iter parlamentare che dura da due anni. Infatti il governo Berlusconi, con l’articolo 23 bis della Legge 133/2008, aveva provveduto a regolamentare la gestione del servizio idrico integrato che prevedeva, in via ordinaria, il conferimento della gestione dei servizi pubblici locali a imprenditori o società , mediante il rinvio a gara , entro il 31 dicembre 2010.

LA CASTA DELL'ACQUA

LA CASTA DELL'ACQUA. Un libro del giornalista Giuseppe Marino. Acqua privatizzata? No, politicizzata. La privatizzazione dell’acqua non è andata giù a parecchi italiani. Tanto che il popolo degli scontenti si è dato appuntamento il 20 marzo a Roma per una manifestazione nazionale che vuole chiedere a gran voce al «palazzo» di fare un passo indietro e riportare le risorse idriche sotto il controllo pubblico.

ACQUA NON SOLO TRA PUBBLICO E PRIVATO

di Maurizio Di Gregorio

Un punto di vista intelligente e trasversale sul problema italiano dell'acqua è nell'intervento di Sergio Rizzo che riportiamo qui sotto. Non basta reclamare il diritto dell'acqua occorre anche meritarsela. La rete idrica italiana è un colabrodo perchè l'amministrazione pubblica è largamente carente  quando non proprio schifosa. Nè il problema può essere risolto con le privatizzazioni clientelari che si vorrebbero fare. Riflettiamo su quanto viene esposto